logoblog

Giovedì 13 Dicembre 2018
Logo Fondazione CRTLogo Eta Beta
◄ Torna indietro

Oltre le mura del carcere. Liberamensa e altre storie

CategoriaAPPUNTAMENTI
Data15 gen 2013
Ora inizio18:00
Luogo Urban Center - Palazzo di Città, Piazza Palazzo di Citta`, 1, 10122 Torino, Italia

La città è spesso meglio di quanto crediamo. È piena di vicende che s'incrociano, di progetti che ne trasformano i mille angoli, ma senza snaturarli, di gruppi e individui che lavorano e vivono innescando azioni virtuose. Dovremmo ascoltare di più le storie che i luoghi raccontano: i martedì di Urban Center nascono per dar voce a protagonisti spesso poco noti.  Gli incontri, quindicinali e in collaborazione con La Stampa, sono anticipati dal blog imartedidiurbancenter.wordpress.com e si strutturano secondo un format semplice e immediato che si ispira allo stile giornalistico anglosassone, articolando l'approccio al caso e il racconto in 5 momenti chiave che corrispondono alle famose 5 Ws: dove (where)?, quando (when)?, chi (who)?, cosa (what)?, perché (why)?

Quarto appuntamento del ciclo
"Liberamensa. Un lavoro per menti libere" è un progetto della cooperativa Ecosol avviato nel 2005 nella Casa circondariale "Lorusso e Cutugno" di Torino. Più di trenta detenuti lavorano oggi nella cucina del carcere, occupandosi dei pasti per l'Istituto e di tutte le preparazioni destinate al catering esterno. Nel mese di marzo sarà inoltre inaugurato, all'interno della struttura penitenziaria, un ristorante aperto a tutti su prenotazione.
Oltre sessanta detenuti sono occupati nei numerosi progetti che sette diverse cooperative portano avanti nel carcere di Torino: assunti e retribuiti, con il lavoro riacquistano dignità e identità, possono contribuire al sostentamento delle proprie famiglie nel periodo di permanenza in carcere e, al termine della pena, hanno una professionalità spendibile. Un'applicazione felicemente riuscita dell'ordinamento penitenziario italiano (il lavoro durante la detenzione è sancito dal 1975), grazie anche al contributo della Compagnia di San Paolo che ha da tempo identificato il carcere quale una delle proprie aree di azione e, quest'anno, ha stanziato un milione di euro per sostenere parecchie iniziative in ambito carcerario.

Intervengono
Piero Parente, responsabile progetto Liberamensa
Paola Assom e Matteo Bagnasco, area Politiche sociali, Compagnia di San Paolo

Coordina
Elisabetta Graziani, La Stampa

Google Maps


NOTIZIE

  • "CHIUDERE GLI OPG. PER DAVVERO! Ripensare i servizi di salute mentale, applicare la legge 81/2014"
    "CHIUDERE GLI OPG. PER DAVVERO! Ripensare i servizi di salute mentale, applicare la legge 81/2014" A Torino presso il Campus Einaudi, L.go Dora Siena, 100/A venerdì 8 aprile 2016 ore 9,30 - 17,00. La Legge 81/2014, che ha fissato al 31 Marzo 2015 la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, è stato un passo importante per…
    Read more...
  • Cene Galeotte
    Cene Galeotte E’ stata inaugurata il 18 dicembre, con la classica cena natalizia, la 10° edizione di Cene Galeotte, un ciclo di sei cene aperte al pubblico organizzate nelle cucine della Casa di Reclusione di Volterra (PI). L’ iniziativa benefica è tra…
    Read more...
  • Italian Gangsters
    Italian Gangsters Presso lo Spazio Oberdan di Milano Fondazione Cineteca Italiana, il 13 dicembre è stato proiettato in anteprima “Italian Gangsters”, l’ultimo film di Renato De Maria. La pellicola è stata presentata con grande successo di pubblico e critica all’ultima Mostra del…
    Read more...