logoblog

Lunedì 19 Novembre 2018
Logo Fondazione CRTLogo Eta Beta
Lunedì, 06 Maggio 2013 09:56

Proiezione de “Il gemello” (V. Marra), all’interno della rassegna “L’Italia che non si vede 2013"

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’istituzione carceraria e il trattamento riservato ai detenuti è la cartina di tornasole, in ogni sistema democratico, della capacità o meno di questo di realizzare l’inclusione sociale: per questo ascolteremo le testimonianze di alcune associazioni che da anni lavorano all’interno della Casa Circondariale Lorusso e Cotugno di Torino (carcere “Le Vallette”), che ci racconteranno la loro esperienza e il senso di fare associazionismo in una struttura di questo tipo.

 

Intervengono:

  • volontari dell’Associazione di ascolto La Brezza;
  • i responsabili del progetto Dentro e Fuori (Il contesto Onlus).

A seguire, proiezione del documentario Il gemello (V. Marra, documentario, Italia 2012, 88’), all’interno della rassegna “L’Italia che non si vede 2013″: “Il Gemello” è il nomignolo di Raffaele. Ha 29 anni e due fratelli gemelli. E’ entrato in carcere all’età di 15 anni per aver rapinato una banca, da 12 vive li dentro. Raffaele non è un detenuto normale, ha carisma e gode di grande “rispetto” da parte degli altri detenuti. Il carcere circondariale di Secondigliano (Napoli) è la sua casa, lì, in quel luogo di dolore, vive con il suo compagno di stanza Gennaro; coetaneo e condannato all’ergastolo. Con lui lavora alla raccolta differenziata dei rifiuti e grazie a questo lavoro mantiene la sua famiglia d’origine.

Raffaele ha un rapporto speciale anche con Niko, il capo delle guardie carcerarie con cui parla e si confronta. Niko sta cercando di introdurre nelle sezioni carcerarie che dirige regole più umane e attente all’individuo.
Il film è un viaggio all’interno dei luoghi fisici e dell’anima di Secondigliano, dagli spazi angusti delle celle, al parlatoio in cui si incrociano le esistenze dei tre protagonisti tra piccoli e grandi avvenimenti.
Fra le 17.30 e le 18.30 sarà anche possibile firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare per Eutanasia Legale e Testamento Biologico – campagna promossa dall’Associazione Luca Coscioni, con l’adesione di Exit Italia, UAAR, Radicali Italiani e Amici di Eleonora Onlus.

Mercoledì 8 maggio 2013, ore 17.45
Palazzo Nuovo, aula 4 (via Sant’Ottavio, 20 – Torino)

Per ulteriori informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Evento Fbwww.facebook.com/events/509439919092747